E-Mail: info@walterrolfo.it

Cell: +39 3480011257

Tel: +39 011 19719241

Questo sito utilizza i cookie e tecnologie simili.

Se non si modificano le impostazioni del browser, l'utente accetta. Per saperne di piu'

Approvo

Testo informativa estesa sull'uso dei cookie

Il presente sito web utilizza cookie tecnici per garantire il corretto funzionamento delle procedure e migliorare l'esperienza di uso delle applicazioni online. Il presente documento fornisce informazioni sull'uso dei cookie e di tecnologie similari, su come sono utilizzati dal sito e su come gestirli.

Definizioni

I cookie sono piccoli file di testo che i siti visitati dagli utenti inviano ai loro terminali, ove vengono memorizzati per essere poi ritrasmessi agli stessi siti alla visita successiva. I cookie delle c.d. "terze parti" vengono, invece, impostati da un sito web diverso da quello che l'utente sta visitando. Questo perché su ogni sito possono essere presenti elementi (immagini, mappe, suoni, specifici link a pagine web di altri domini, ecc.) che risiedono su server diversi da quello del sito visitato.

Tipologie di cookie

In base alle caratteristiche e all'utilizzo dei cookie si possono distinguere diverse categorie:

- Cookie tecnici. I cookie tecnici sono quelli utilizzati al solo fine di "effettuare la trasmissione di una comunicazione su una rete di comunicazione elettronica, o nella misura strettamente necessaria al fornitore di un servizio della società dell'informazione esplicitamente richiesto dall'abbonato o dall'utente a erogare tale servizio" (cfr. art. 122, comma 1, del Codice).Essi non vengono utilizzati per scopi ulteriori e sono normalmente installati direttamente dal titolare o gestore del sito web. Possono essere suddivisi in cookie di navigazione o di sessione, che garantiscono la normale navigazione e fruizione del sito web; cookie analytics, assimilati ai cookie tecnici laddove utilizzati direttamente dal gestore del sito per raccogliere informazioni, in forma aggregata, sul numero degli utenti e su come questi visitano il sito stesso; cookie di funzionalità, che permettono all'utente la navigazione in funzione di una serie di criteri selezionati al fine di migliorare il servizio reso allo stesso. Per l'installazione di tali cookie non è richiesto il preventivo consenso degli utenti, mentre resta fermo l'obbligo di dare l'informativa ai sensi dell'art. 13 del Codice, che il gestore del sito, qualora utilizzi soltanto tali dispositivi, potrà fornire con le modalità che ritiene più idonee.

- Cookie di profilazione. I cookie di profilazione sono volti a creare profili relativi all'utente e vengono utilizzati al fine di inviare messaggi pubblicitari in linea con le preferenze manifestate dallo stesso nell'ambito della navigazione in rete. In ragione della particolare invasività che tali dispositivi possono avere nell'ambito della sfera privata degli utenti, la normativa europea e italiana prevede che l'utente debba essere adeguatamente informato sull'uso degli stessi ed esprimere così il proprio valido consenso. Ad essi si riferisce l'art. 122 del Codice laddove prevede che "l'archiviazione delle informazioni nell'apparecchio terminale di un contraente o di un utente o l'accesso a informazioni già archiviate sono consentiti unicamente a condizione che il contraente o l'utente abbia espresso il proprio consenso dopo essere stato informato con le modalità semplificate di cui all'articolo 13, comma 3" (art. 122, comma 1, del Codice). Il presente sito non utilizza cookie di profilazione.

Cookie di "terze parti"

Visitando il presente sito web si potrebbero ricevere cookie da siti gestiti da altre organizzazioni ("terze parti"). Un esempio è rappresentato dalla presenza dei "social plugin" per Facebook, Twitter, Google+ o LinkedIn, oppure sistemi di visualizzazione di contenuti multimediali embedded (integrati) come ad esempio Youtube, Flikr. Si tratta di parti generate direttamente dai suddetti siti ed integrati nella pagina web del sito ospitante visitato. La presenza di questi plugin comporta la trasmissione di cookie da e verso tutti i siti gestiti da terze parti. La gestione delle informazioni raccolte da "terze parti" è disciplinata dalle relative informative cui si prega di fare riferimento. Per garantire una maggiore trasparenza e comodità, si riportano qui di seguito gli indirizzi web delle diverse informative e delle modalità per la gestione dei cookie.

Facebook informativa: https://www.facebook.com/help/cookies/
Facebook (configurazione): accedere al proprio account. Sezione privacy.
Twitter informative: https://support.twitter.com/articles/20170514
Twitter (configurazione): https://twitter.com/settings/security
Linkedin informativa: https://www.linkedin.com/legal/cookie-policy
Linkedin (configurazione): https://www.linkedin.com/settings/
Youtube\Google+ informativa: http://www.google.it/intl/it/policies/technologies/cookies/
Youtube\Google+ (configurazione): http://www.google.it/intl/it/policies/technologies/managing/
Pinterest informativa\configurazione https://about.pinterest.com/it/privacy-policy
Flikr\Yahoo informativa http://info.yahoo.com/privacy/it/yahoo/cookies/details.html
Flikr\Yahoo (configurazione) http://info.yahoo.com/privacy/it/yahoo/opt_out/targeting/details.html

Cookie analytics

WebTrends

Al solo fine di monitorare e migliorare le prestazioni del sito ci si avvale di un prodotto di mercato di analisi statistica per la rilevazione degli accessi al sito. Esso può ricorrere all'utilizzo di cookies, permanenti e non, allo scopo di raccogliere informazioni statistiche e sui "visitatori unici" del sito. I cookies, definiti come "Unique Visitor Cookies", contengono un codice alfanumerico che identifica i computer di navigazione, senza tuttavia alcuna raccolta di dati personali.

Google Analytics

Il sito include anche componenti trasmesse da Google Analytics, un servizio di analisi del traffico web fornito da Google, Inc. ("Google"). Tali cookie sono usati al solo fine di monitorare e migliorare le prestazioni del sito. Per ulteriori informazioni, si rinvia al link di seguito indicato:

https://www.google.it/policies/privacy/partners/

L'utente può disabilitare in modo selettivo l'azione di Google Analytics installando sul proprio browser la componente di opt-out fornito da Google. Per disabilitare l'azione di Google Analytics, si rinvia al link di seguito indicato:

https://tools.google.com/dlpage/gaoptout

Durata dei cookie

Alcuni cookie (cookie di sessione) restano attivi solo fino alla chiusura del browser o all'esecuzione dell'eventuale comando di logout. Altri cookie "sopravvivono" alla chiusura del browser e sono disponibili anche in successive visite dell'utente. Questi cookie sono detti persistenti e la loro durata è fissata dal server al momento della loro creazione. In alcuni casi è fissata una scadenza, in altri casi la durata è illimitata.

Gestione dei cookie

L'utente può decidere se accettare o meno i cookie utilizzando le impostazioni del proprio browser.
Attenzione: con la disabilitazione totale o parziale dei cookie tecnici potrebbe compromettere l'utilizzo ottimale del sito.
La disabilitazione dei cookie "terze parti" non pregiudica in alcun modo la navigabilità.
L'impostazione può essere definita in modo specifico per i diversi siti e applicazioni web. Inoltre i browser consentono di definire impostazioni diverse per i cookie "proprietari" e per quelli di "terze parti". A titolo di esempio, in Firefox, attraverso il menu Strumenti->Opzioni->Privacy, è possibile accedere ad un pannello di controllo dove è possibile definire se accettare o meno i diversi tipi di cookie e procedere alla loro rimozione. In internet è facilmente reperibile la documentazione su come impostare le regole di gestione dei cookies per il proprio browser, a titolo di esempio si riportano alcuni indirizzi relativi ai principali browser:

Chrome: https://support.google.com/chrome/answer/95647?hl=it
Firefox: https://support.mozilla.org/it/kb/Gestione%20dei%20cookie
Internet Explorer: http://windows.microsoft.com/it-it/windows7/how-to-manage-cookies-in-internet-explorer-9
Opera: http://help.opera.com/Windows/10.00/it/cookies.html
Safari: http://support.apple.com/kb/HT1677?viewlocale=it_IT


IL MIO SOGNO ITALIANO 20 ANNI DOPO

Kledi Kadiu , ballerino albanese lanciato in televisione da Amici, oggi compie 43 anni. E’ nato infatti a Tirana il 7 aprile del 1974. Raccontai la sua storia, una “sfida impossibile” vinta grazie a una grande passione, in questa intervista del 2013.

Uno su mille ce la fa. O anche meno: nel caso di Kledi Kadiu erano in ventimila quell’8 agosto del 1991 a salpare dal porto di Durazzo. Fra loro e il paradiso Italia solo un viaggio di 20 ore a bordo della nave Vlora, trasformata in un girone infernale. Kledi oggi non parla volentieri di quella vicenda ripetuta mille volte. Ma certo per raccontare la storia del ballerino albanese che continua a fare successo sui palcoscenici di mezzo mondo non si può prescindere dal ragazzino bello e caparbio che sbarcò vent’anni fa sulle spiagge pugliesi.

Kadiu, metà della sua vita in Albania, metà in Italia. Il bello e il brutto di queste due vite.

«Tutto ciò che mi è accaduto nei due Paesi, nel bene e nel male. L'esperienza è la cosa più bella che la vita ti offre, solo questa ti consente di giudicare ciò che hai fatto e ciò che potevi fare; del resto la vita va vissuta al momento, un vissuto ricco e pieno di emozioni è il nostro background. E un artista è questo che porta sul palcoscenico».

Una battuta sul dramma deIl’immigrazione clandestina: il Papa di recente è andato Lampedusa. Qualcosa inizia a cambiare?

«È bello che il Papa sia andato a Lampedusa, e mi fa molto piacere. Ma in 20 anni a Lampedusa sono andati tutti portando tonnellate di “solidarietà”. Ma non è cambiato nulla. La voglia di Europa unita e solidale è soltanto uno slogan, e rispetto ad altri Paesi sul versante immigrazione l’Italia è un passo e forse anche due indietro».

Che ricordo ha dell'esperienza di Amici?

«Un’esperienza positiva che mi ha aiutato nel mio percorso umano e professionale. A differenza di altre persone che la tv lancia solo come personaggi, la televisione mi ha dato modo di mostrare al grande pubblico un lavoro, una gavetta fatta negli anni. La fortuna c’entra poco. E ancora più difficile è mantenere il successo: dipende solo da noi stessi, e se non hai basi solide... Comunque il mio giudizio sui talent è positivo: hanno contribuito a diffondere la danza e a renderla popolare».

Da ragazzo sognava il successo televisivo?

«Mai e poi mai avrei immaginato qualcosa del genere. La mia aspirazione era diventare ballerino del Teatro dell’Opera di Tirana, la selezione all’Accademia era molto dura e una volta superata avrei avuto la possibilità di un lavoro immediato. Centrare questo obiettivo è stato il massimo della soddisfazione. L’importante è raggiungere la propria libertà espressiva».

Lei ha fatto televisione, cinema, fiction, ha scritto un'autobiografia di successo, insegna ed è molto attivo nel campo della solidarietà. Non rischia di penalizzare la danza?

«No. La danza è la passione della mia vita, e il mio lavoro. Tutto il resto nasce da lì. Fortunatamente sono una specie di tuttofare e mi piace star dietro a tanti impegni. Ma la danza mi ha fortificato il carattere e trasmesso valori importanti: disciplina, forza di volontà, capacità di applicarmi e di studiare e lavorare con serietà».

E l’insegnamento?

«La mia scuola ha una sede centrale a Roma e diverse sedi in tutta Italia. Per i giovani è un’opportunità di incontrare insegnanti con esperienza internazionale, un confronto che permette di capire il livello raggiunto dai ragazzi e anche dove possono arrivare. È bello lavorare con i giovani; i problemi casomai negli ultimi tempi vengono dai genitori».

Si spieghi meglio...

«Il rapporto docente-genitore è sempre più spesso conflittuale, perché i genitori si sentono esperti, a volte più degli insegnanti, e vogliono prendere decisioni che non gli competono. Il problema è che la vita sociale è cambiata, nella generazione del benessere i ragazzi hanno tutto e vogliono arrivare subito al successo, dimenticando che per affermarsi serve un un processo molto lungo, che non dipende solo dagli insegnanti ma anche dalla capacità di impegnarsi nel tempo. Quello che spesso manca è uno studio quotidiano, un’applicazione costante».

Passati i 40, su cosa pensa di puntare per il futuro?

«Spero di continuare in programmi tv per la diffusione della danza, e insegnare; poi mi piacerebbe stare dietro le quinte come regista o produttore di una mia compagnia, e dare spazio alle nuove leve».

 

ALTRE NOTIZIE DAL BLOG:

L'IMPOSSIBILE SECONDO PICASSO

Lo storyteller è in viaggio in cerca di altre storie da raccontare. L’appuntamento con la prossima storia impossibile è per...

LA STOCCATA DI ROSTAND

“È di notte che è bello credere nella luce.” Il primo aprile del 1868 a Marsiglia nasceva Edmond Rostand. L’anno...

QUANDO SBARCANO I MARZIANI

Talento e intelligenza sono un bel biglietto da visita, ma possono non bastare per diventare il numero uno, qualunque sia...

LA MIA STORIA TUTTA DA RIDERE

L’intervista che segue è tratta dal mio libro “Incontri straordinari – 70 interviste con personaggi che hanno quel qualcosa in...