E-Mail: info@walterrolfo.it

Cell: +39 3480011257

Tel: +39 011 19719241

Questo sito utilizza i cookie e tecnologie simili.

Se non si modificano le impostazioni del browser, l'utente accetta. Per saperne di piu'

Approvo

Testo informativa estesa sull'uso dei cookie

Il presente sito web utilizza cookie tecnici per garantire il corretto funzionamento delle procedure e migliorare l'esperienza di uso delle applicazioni online. Il presente documento fornisce informazioni sull'uso dei cookie e di tecnologie similari, su come sono utilizzati dal sito e su come gestirli.

Definizioni

I cookie sono piccoli file di testo che i siti visitati dagli utenti inviano ai loro terminali, ove vengono memorizzati per essere poi ritrasmessi agli stessi siti alla visita successiva. I cookie delle c.d. "terze parti" vengono, invece, impostati da un sito web diverso da quello che l'utente sta visitando. Questo perché su ogni sito possono essere presenti elementi (immagini, mappe, suoni, specifici link a pagine web di altri domini, ecc.) che risiedono su server diversi da quello del sito visitato.

Tipologie di cookie

In base alle caratteristiche e all'utilizzo dei cookie si possono distinguere diverse categorie:

- Cookie tecnici. I cookie tecnici sono quelli utilizzati al solo fine di "effettuare la trasmissione di una comunicazione su una rete di comunicazione elettronica, o nella misura strettamente necessaria al fornitore di un servizio della società dell'informazione esplicitamente richiesto dall'abbonato o dall'utente a erogare tale servizio" (cfr. art. 122, comma 1, del Codice).Essi non vengono utilizzati per scopi ulteriori e sono normalmente installati direttamente dal titolare o gestore del sito web. Possono essere suddivisi in cookie di navigazione o di sessione, che garantiscono la normale navigazione e fruizione del sito web; cookie analytics, assimilati ai cookie tecnici laddove utilizzati direttamente dal gestore del sito per raccogliere informazioni, in forma aggregata, sul numero degli utenti e su come questi visitano il sito stesso; cookie di funzionalità, che permettono all'utente la navigazione in funzione di una serie di criteri selezionati al fine di migliorare il servizio reso allo stesso. Per l'installazione di tali cookie non è richiesto il preventivo consenso degli utenti, mentre resta fermo l'obbligo di dare l'informativa ai sensi dell'art. 13 del Codice, che il gestore del sito, qualora utilizzi soltanto tali dispositivi, potrà fornire con le modalità che ritiene più idonee.

- Cookie di profilazione. I cookie di profilazione sono volti a creare profili relativi all'utente e vengono utilizzati al fine di inviare messaggi pubblicitari in linea con le preferenze manifestate dallo stesso nell'ambito della navigazione in rete. In ragione della particolare invasività che tali dispositivi possono avere nell'ambito della sfera privata degli utenti, la normativa europea e italiana prevede che l'utente debba essere adeguatamente informato sull'uso degli stessi ed esprimere così il proprio valido consenso. Ad essi si riferisce l'art. 122 del Codice laddove prevede che "l'archiviazione delle informazioni nell'apparecchio terminale di un contraente o di un utente o l'accesso a informazioni già archiviate sono consentiti unicamente a condizione che il contraente o l'utente abbia espresso il proprio consenso dopo essere stato informato con le modalità semplificate di cui all'articolo 13, comma 3" (art. 122, comma 1, del Codice). Il presente sito non utilizza cookie di profilazione.

Cookie di "terze parti"

Visitando il presente sito web si potrebbero ricevere cookie da siti gestiti da altre organizzazioni ("terze parti"). Un esempio è rappresentato dalla presenza dei "social plugin" per Facebook, Twitter, Google+ o LinkedIn, oppure sistemi di visualizzazione di contenuti multimediali embedded (integrati) come ad esempio Youtube, Flikr. Si tratta di parti generate direttamente dai suddetti siti ed integrati nella pagina web del sito ospitante visitato. La presenza di questi plugin comporta la trasmissione di cookie da e verso tutti i siti gestiti da terze parti. La gestione delle informazioni raccolte da "terze parti" è disciplinata dalle relative informative cui si prega di fare riferimento. Per garantire una maggiore trasparenza e comodità, si riportano qui di seguito gli indirizzi web delle diverse informative e delle modalità per la gestione dei cookie.

Facebook informativa: https://www.facebook.com/help/cookies/
Facebook (configurazione): accedere al proprio account. Sezione privacy.
Twitter informative: https://support.twitter.com/articles/20170514
Twitter (configurazione): https://twitter.com/settings/security
Linkedin informativa: https://www.linkedin.com/legal/cookie-policy
Linkedin (configurazione): https://www.linkedin.com/settings/
Youtube\Google+ informativa: http://www.google.it/intl/it/policies/technologies/cookies/
Youtube\Google+ (configurazione): http://www.google.it/intl/it/policies/technologies/managing/
Pinterest informativa\configurazione https://about.pinterest.com/it/privacy-policy
Flikr\Yahoo informativa http://info.yahoo.com/privacy/it/yahoo/cookies/details.html
Flikr\Yahoo (configurazione) http://info.yahoo.com/privacy/it/yahoo/opt_out/targeting/details.html

Cookie analytics

WebTrends

Al solo fine di monitorare e migliorare le prestazioni del sito ci si avvale di un prodotto di mercato di analisi statistica per la rilevazione degli accessi al sito. Esso può ricorrere all'utilizzo di cookies, permanenti e non, allo scopo di raccogliere informazioni statistiche e sui "visitatori unici" del sito. I cookies, definiti come "Unique Visitor Cookies", contengono un codice alfanumerico che identifica i computer di navigazione, senza tuttavia alcuna raccolta di dati personali.

Google Analytics

Il sito include anche componenti trasmesse da Google Analytics, un servizio di analisi del traffico web fornito da Google, Inc. ("Google"). Tali cookie sono usati al solo fine di monitorare e migliorare le prestazioni del sito. Per ulteriori informazioni, si rinvia al link di seguito indicato:

https://www.google.it/policies/privacy/partners/

L'utente può disabilitare in modo selettivo l'azione di Google Analytics installando sul proprio browser la componente di opt-out fornito da Google. Per disabilitare l'azione di Google Analytics, si rinvia al link di seguito indicato:

https://tools.google.com/dlpage/gaoptout

Durata dei cookie

Alcuni cookie (cookie di sessione) restano attivi solo fino alla chiusura del browser o all'esecuzione dell'eventuale comando di logout. Altri cookie "sopravvivono" alla chiusura del browser e sono disponibili anche in successive visite dell'utente. Questi cookie sono detti persistenti e la loro durata è fissata dal server al momento della loro creazione. In alcuni casi è fissata una scadenza, in altri casi la durata è illimitata.

Gestione dei cookie

L'utente può decidere se accettare o meno i cookie utilizzando le impostazioni del proprio browser.
Attenzione: con la disabilitazione totale o parziale dei cookie tecnici potrebbe compromettere l'utilizzo ottimale del sito.
La disabilitazione dei cookie "terze parti" non pregiudica in alcun modo la navigabilità.
L'impostazione può essere definita in modo specifico per i diversi siti e applicazioni web. Inoltre i browser consentono di definire impostazioni diverse per i cookie "proprietari" e per quelli di "terze parti". A titolo di esempio, in Firefox, attraverso il menu Strumenti->Opzioni->Privacy, è possibile accedere ad un pannello di controllo dove è possibile definire se accettare o meno i diversi tipi di cookie e procedere alla loro rimozione. In internet è facilmente reperibile la documentazione su come impostare le regole di gestione dei cookies per il proprio browser, a titolo di esempio si riportano alcuni indirizzi relativi ai principali browser:

Chrome: https://support.google.com/chrome/answer/95647?hl=it
Firefox: https://support.mozilla.org/it/kb/Gestione%20dei%20cookie
Internet Explorer: http://windows.microsoft.com/it-it/windows7/how-to-manage-cookies-in-internet-explorer-9
Opera: http://help.opera.com/Windows/10.00/it/cookies.html
Safari: http://support.apple.com/kb/HT1677?viewlocale=it_IT


FIORELLA, L'IMPORTANZA DELLE EMOZIONI

L’intervista che segue è tratta dal mio libro “Incontri straordinari – 70 interviste con personaggi che hanno quel qualcosa in più” (Florence Art edizioni). Una galleria di ritratti che lasciano emergere storie minimali o epiche, raccontano i loro sogni, le speranze, le passioni alla ricerca di quella scintilla che li ha trasformati in numeri uno. Storie che ci ricordano che ognuno di noi è un “incontro straordinario”, un universo pieno di meraviglie da esplorare. (lu.don.)

Abito bianco, capello rosso fuoco, passo sicuro sul selciato sconnesso di un vicolo fatiscente. Pare un angelo vendicatore Fiorella Mannoia sulla copertina dell'ultimo album, Sud.

Parliamo di lei: che differenza c'è fra cantare canzoni sue, canzoni di altri e reinterpretare grandi successi.
«Io parto sempre dalle emozioni che la canzone mi suscita. Certo, quando si reinterpretano successi di altri, si propone una versione diversa, e nella memoria collettiva di chi ascolta c'è la versione originale: è una sfida, c'è il rischio di deludere. Cantare parole scritte da me dà una sensazione diversa: conosco il significato vero di ogni frase, non ho il dubbio su ciò che voleva dire l'autore, di averlo interpretato male. È qualcosa di più intimo».

Lei ha fama di saper fare sempre scelte di qualità. Qual è il segreto: fiuto, pazienza, capacità di dire no?
«Prima di tutto, fortuna. La fortuna di collaborare con i più grandi artisti del panorama italiano. Se non avessi avuto le canzoni che ho cantato oggi non sarei qui. Ho goduto della loro stima e forse me la sono anche guadagnata, ma certo senza Fossati, Ruggeri, De Gregori la mia carriera sarebbe stata assai diversa. Poi quando ti abitui a un livello alto, diventi più selettivo, non ti accontenti».

Più di quaranta anni di carriera diciassette album in studio, tredici raccolte, quattro live. Che effetto le fanno queste cifre?
«Adesso che le sento da lei mi stupiscono, perché difficilmente mi guardo indietro, non ho il culto della personalità. Lavoro con onestà e sono soddisfatta del percorso fatto».

Però in tutti i suoi album meno uno, Gente comune, in copertina troneggia la sua immagine...
Sì, ma non per culto della personalità: spesso è la casa discografica che sceglie. Comunque è chiaro che non farei questo mestiere se non avessi una buona dose di narcisismo. L'importante è essere una fra tanti quando scendo dal palco; e io spesso mi dimentico di essere conosciuta, e se qualcuno mi ferma per strada penso "oddio, che vuole questo?"».

C'è una canzone che fa da colonna sonora al film della sua vita?
«Non ce n'è una sola, è un po' come per i libri, ci sono brani legati a diversi periodi. Beatles e Kerouac, Ferlinghetti e i Led Zeppelin ad esempio per me sono l'adolescenza».

Fra tutti i big con cui ha collaborato, con chi si sente più in sintonia?
«Ivano (Fossati N.d.R) è l'artista con cui ho più affinità anche umane. Ma una delle più belle canzoni che ho cantato è Giovanna d'Arco di De Gregori».

La ragazzina che iniziò nei primi anni settanta, cosa ha capito oggi dello show business?
«Che bisogna starne lontani, e io ci sono riuscita: meno vado in televisione e meglio è. Faccio il mio lavoro senza pensare troppo a come promuoverlo, a cosa rende di più».

E da cosa è rimasta delusa?
«Nessuna delusione: ho avuto molto di più di quello che avrei mai sognato a diciotto anni».

Lei ha partecipato a quattro Festival di Sanremo, vincendo due Premi della critica. Nel futuro vede nuove partecipazioni, magari per vincere?
«No, grazie: ne ho fatti quattro, non rinnego niente, anzi lo consiglio a tutti i giovani. Ma non credo che ci tornerò, almeno non in gara».

A proposito di giovani, cosa ne pensa di talent show e reality?
«Fanno parte di un mercato che non dà ai giovani il tempo di crescere, tutto si consuma in fretta. Noi siamo stati più fortunati, abbiamo avuto la possibilità di provare, di prendere anche strade sbagliate, di cambiare direzione, di aggiustare il percorso di artista. Quando ho iniziato non sapevo cosa volevo fare, non ero convinta di ciò che facevo, poi ho avuto la fortuna di avere tempo, di capire, di crescere, di fare incontri».

Facebook, Twitter: lei è una frequentatrice abituale di social network. Lo fa per lavoro, per divertimento o cos'altro?
«È anche divertimento. Non li uso per parlare di me ma per far girare le notizie. Penso che offrano una grande opportunità veicolando anche le notizie che non ci vengono dette. Internet è come il cervello umano, utilizzato al due per cento delle possibilità. La maggior parte delle persone lo usa per cazzeggiare, che va bene anche quello, ma tralascia le enormi potenzialità che ha».

Nelle canzoni del suo disco racconta il Sud del mondo. Ne fa parte anche questa Italia?
«Di più, sono partita dall'Italia per raccontare il sud del mondo. E stato un libro, Terroni di Pino Aprile, a darmi l'idea. Mi ha un po' choccato la rilettura che fa dell'unità d'Italia. Che non è quella che ci hanno raccontato. Ho scoperto un'altra angolazione, un'altra verità: un sud che era ricco e all'avanguardia, annesso e poi depredato, come tutto il sud del mondo. Allora mi sono chiesta perché Africa o Sudamerica sono da sempre terre di saccheggio. Ne è venuto fuori un omaggio al sud in generale. E alla migrazione dei popoli, che è il vero, grande fenomeno in atto».

Montecatini Terme, 19 maggio 2012