E-Mail: contact@mastersofmagic.tv

Cell: +39 3480011257

Tel: +39 011 19719241

Questo sito utilizza i cookie e tecnologie simili.

Se non si modificano le impostazioni del browser, l'utente accetta. Per saperne di piu'

Approvo

Testo informativa estesa sull'uso dei cookie

Il presente sito web utilizza cookie tecnici per garantire il corretto funzionamento delle procedure e migliorare l'esperienza di uso delle applicazioni online. Il presente documento fornisce informazioni sull'uso dei cookie e di tecnologie similari, su come sono utilizzati dal sito e su come gestirli.

Definizioni

I cookie sono piccoli file di testo che i siti visitati dagli utenti inviano ai loro terminali, ove vengono memorizzati per essere poi ritrasmessi agli stessi siti alla visita successiva. I cookie delle c.d. "terze parti" vengono, invece, impostati da un sito web diverso da quello che l'utente sta visitando. Questo perché su ogni sito possono essere presenti elementi (immagini, mappe, suoni, specifici link a pagine web di altri domini, ecc.) che risiedono su server diversi da quello del sito visitato.

Tipologie di cookie

In base alle caratteristiche e all'utilizzo dei cookie si possono distinguere diverse categorie:

- Cookie tecnici. I cookie tecnici sono quelli utilizzati al solo fine di "effettuare la trasmissione di una comunicazione su una rete di comunicazione elettronica, o nella misura strettamente necessaria al fornitore di un servizio della società dell'informazione esplicitamente richiesto dall'abbonato o dall'utente a erogare tale servizio" (cfr. art. 122, comma 1, del Codice).Essi non vengono utilizzati per scopi ulteriori e sono normalmente installati direttamente dal titolare o gestore del sito web. Possono essere suddivisi in cookie di navigazione o di sessione, che garantiscono la normale navigazione e fruizione del sito web; cookie analytics, assimilati ai cookie tecnici laddove utilizzati direttamente dal gestore del sito per raccogliere informazioni, in forma aggregata, sul numero degli utenti e su come questi visitano il sito stesso; cookie di funzionalità, che permettono all'utente la navigazione in funzione di una serie di criteri selezionati al fine di migliorare il servizio reso allo stesso. Per l'installazione di tali cookie non è richiesto il preventivo consenso degli utenti, mentre resta fermo l'obbligo di dare l'informativa ai sensi dell'art. 13 del Codice, che il gestore del sito, qualora utilizzi soltanto tali dispositivi, potrà fornire con le modalità che ritiene più idonee.

- Cookie di profilazione. I cookie di profilazione sono volti a creare profili relativi all'utente e vengono utilizzati al fine di inviare messaggi pubblicitari in linea con le preferenze manifestate dallo stesso nell'ambito della navigazione in rete. In ragione della particolare invasività che tali dispositivi possono avere nell'ambito della sfera privata degli utenti, la normativa europea e italiana prevede che l'utente debba essere adeguatamente informato sull'uso degli stessi ed esprimere così il proprio valido consenso. Ad essi si riferisce l'art. 122 del Codice laddove prevede che "l'archiviazione delle informazioni nell'apparecchio terminale di un contraente o di un utente o l'accesso a informazioni già archiviate sono consentiti unicamente a condizione che il contraente o l'utente abbia espresso il proprio consenso dopo essere stato informato con le modalità semplificate di cui all'articolo 13, comma 3" (art. 122, comma 1, del Codice). Il presente sito non utilizza cookie di profilazione.

Cookie di "terze parti"

Visitando il presente sito web si potrebbero ricevere cookie da siti gestiti da altre organizzazioni ("terze parti"). Un esempio è rappresentato dalla presenza dei "social plugin" per Facebook, Twitter, Google+ o LinkedIn, oppure sistemi di visualizzazione di contenuti multimediali embedded (integrati) come ad esempio Youtube, Flikr. Si tratta di parti generate direttamente dai suddetti siti ed integrati nella pagina web del sito ospitante visitato. La presenza di questi plugin comporta la trasmissione di cookie da e verso tutti i siti gestiti da terze parti. La gestione delle informazioni raccolte da "terze parti" è disciplinata dalle relative informative cui si prega di fare riferimento. Per garantire una maggiore trasparenza e comodità, si riportano qui di seguito gli indirizzi web delle diverse informative e delle modalità per la gestione dei cookie.

Facebook informativa: https://www.facebook.com/help/cookies/
Facebook (configurazione): accedere al proprio account. Sezione privacy.
Twitter informative: https://support.twitter.com/articles/20170514
Twitter (configurazione): https://twitter.com/settings/security
Linkedin informativa: https://www.linkedin.com/legal/cookie-policy
Linkedin (configurazione): https://www.linkedin.com/settings/
Youtube\Google+ informativa: http://www.google.it/intl/it/policies/technologies/cookies/
Youtube\Google+ (configurazione): http://www.google.it/intl/it/policies/technologies/managing/
Pinterest informativa\configurazione https://about.pinterest.com/it/privacy-policy
Flikr\Yahoo informativa http://info.yahoo.com/privacy/it/yahoo/cookies/details.html
Flikr\Yahoo (configurazione) http://info.yahoo.com/privacy/it/yahoo/opt_out/targeting/details.html

Cookie analytics

WebTrends

Al solo fine di monitorare e migliorare le prestazioni del sito ci si avvale di un prodotto di mercato di analisi statistica per la rilevazione degli accessi al sito. Esso può ricorrere all'utilizzo di cookies, permanenti e non, allo scopo di raccogliere informazioni statistiche e sui "visitatori unici" del sito. I cookies, definiti come "Unique Visitor Cookies", contengono un codice alfanumerico che identifica i computer di navigazione, senza tuttavia alcuna raccolta di dati personali.

Google Analytics

Il sito include anche componenti trasmesse da Google Analytics, un servizio di analisi del traffico web fornito da Google, Inc. ("Google"). Tali cookie sono usati al solo fine di monitorare e migliorare le prestazioni del sito. Per ulteriori informazioni, si rinvia al link di seguito indicato:

https://www.google.it/policies/privacy/partners/

L'utente può disabilitare in modo selettivo l'azione di Google Analytics installando sul proprio browser la componente di opt-out fornito da Google. Per disabilitare l'azione di Google Analytics, si rinvia al link di seguito indicato:

https://tools.google.com/dlpage/gaoptout

Durata dei cookie

Alcuni cookie (cookie di sessione) restano attivi solo fino alla chiusura del browser o all'esecuzione dell'eventuale comando di logout. Altri cookie "sopravvivono" alla chiusura del browser e sono disponibili anche in successive visite dell'utente. Questi cookie sono detti persistenti e la loro durata è fissata dal server al momento della loro creazione. In alcuni casi è fissata una scadenza, in altri casi la durata è illimitata.

Gestione dei cookie

L'utente può decidere se accettare o meno i cookie utilizzando le impostazioni del proprio browser.
Attenzione: con la disabilitazione totale o parziale dei cookie tecnici potrebbe compromettere l'utilizzo ottimale del sito.
La disabilitazione dei cookie "terze parti" non pregiudica in alcun modo la navigabilità.
L'impostazione può essere definita in modo specifico per i diversi siti e applicazioni web. Inoltre i browser consentono di definire impostazioni diverse per i cookie "proprietari" e per quelli di "terze parti". A titolo di esempio, in Firefox, attraverso il menu Strumenti->Opzioni->Privacy, è possibile accedere ad un pannello di controllo dove è possibile definire se accettare o meno i diversi tipi di cookie e procedere alla loro rimozione. In internet è facilmente reperibile la documentazione su come impostare le regole di gestione dei cookies per il proprio browser, a titolo di esempio si riportano alcuni indirizzi relativi ai principali browser:

Chrome: https://support.google.com/chrome/answer/95647?hl=it
Firefox: https://support.mozilla.org/it/kb/Gestione%20dei%20cookie
Internet Explorer: http://windows.microsoft.com/it-it/windows7/how-to-manage-cookies-in-internet-explorer-9
Opera: http://help.opera.com/Windows/10.00/it/cookies.html
Safari: http://support.apple.com/kb/HT1677?viewlocale=it_IT


LE DUE VITE DI IDA PFEFFER

Sembra impossibile ma...

La vita di Ida Pfeiffer fino a 45 anni è uguale a quella di tante mogli e madri di metà ottocento. Quindici anni dopo tutta l'Europa parla di lei e legge le sue imprese; ma è anche oggetto di aspre critiche e feroci scritti satirici che irridono la “scandalosa donna viaggiatrice”.

Ida Reyer (è il suo nome da nubile) nasce a Vienna nel 1797; il padre, un ricco commerciante, impartisce a lei e ai suoi 5 fratelli un'educazione rigorosa nel segno della sobrietà e del rigore fisico e morale; fino a 9 anni si veste come i fratelli, gioca e fa sport con loro, e legge libri di avventure e viaggi. Nel 1806 il padre muore, e la madre la obbliga alle consuete attività femminili; per non prendere lezioni di piano e di cucito lei si procura tagli e bruciature alle mani, e arriva ad ammalarsi per sfuggire al modello della ragazza di buona famiglia. Nel 1810 la madre la affida ad un istitutore, che la convince ad accettare il suo ruolo, anche perché lei se ne innamora. Nel 1814 lui la chiede in moglie, ma la madre non lo ritiene un partito adeguato, e lo caccia. In seguito Ida rifiuta diverse richieste di matrimonio, finché nel 1820 accetta di sposare un ricco vedovo di Leopoli, l'avvocato Mark Anton Pfeiffer più vecchio di lei di 24 anni. Le cose però non vanno bene, Pfeiffer ha un tracollo finanziario, torna a Leopoli e la lascia coi due figli nati dal matrimonio; lei li cresce in condizioni economiche disagiate. Pfeiffer muore nel 1838, i figli completati gli studi trovano una buona occupazione, e Ida può finalmente decidere della sua vita. A Trieste vede per la prima volta il mare, e questo le risveglia – scriverà in seguito – un'indomabile voglia di viaggiare.

Soldi ne ha pochi, ma è abituata ai sacrifici e alle privazioni. Così nel marzo del 1842, a 45 anni, racconta ai parenti che andrà a trovare un'amica lontana, e parte. Discende il Danubio fino al Mar Nero, poi Costantinopoli, Beirut, Damasco, Gerusalemme, il Cairo, prima di rientrare a Vienna nel dicembre 1842 attraversando tutta l'Italia. Pubblica in forma anonima un diario di viaggio (in pochi credono che l'abbia davvero scritto una donna) che ha grande successo, e i soldi guadagnati li investe tutti in un nuovo viaggio. Ma prima di partire studia scienze naturali, botanica e tassidermia, impara l'inglese e le basi della nascente fotografia coi dagherrotipi. Nell'aprile del 1845 dopo aver toccato Praga, Amburgo e Copenaghen si imbarca per l'Islanda, dove esplora ghiacciai, zone vulcaniche e grotte; rientra a Cristiania (Oslo) e da lì raggiunge da sola in carrozza Stoccolma, dove è ricevuta dalla regina di Svezia. Nell'ottobre del 1845 torna a Vienna e pubblica il secondo libro.

Segue l'impresa che ha sempre sognato: il giro del mondo. O meglio, due giri del mondo. Il primo, dal maggio 1846 al novembre 1848, la vede in mezzo a mille avventure e pericoli a Rio de Janeiro, poi a Capo Horn, Valparaíso, quindi a Tahiti, e in estremo Oriente dove corre grossi rischi, anche perché vedere una donna bianca che viaggia da sola ha dell'incredibile; da Ceylon passa all'India che attraversa su un carro tirato da buoi, poi in Persia (dove è assalita dai predoni), Armenia, Georgia e Grecia. Nel 1851, a 54 anni, pensa di fermarsi, ma poi ci ripensa, riparte, e nei successivi 5 anni attraversa il Sudafrica, poi da Città del Capo salpa per l'Indonesia, Giava, il Borneo (prima donna occidentale ad attraversarlo) e Sumatra dove si ferma anche dai cannibali Batak; traversato il Pacifico nel 1853 è in California durante la Corsa all'oro, poi scende dal Centramerica fino al Perù e torna negli Stati Uniti dove da New Orleans risale il Mississippi prima di far rotta sui Grandi laghi. Da Boston poi si imbarca e torna a Vienna nel 1855. L'ultimo viaggio dal 1856 al 1858 la vede a Mauritius e in Madagascar, da dove vorrebbe andare verso l'Australia; ma prima si ammala di malaria, poi, perseguitata ed espulsa dalla terribile regina Ranavalona (di cui abbiamo parlato in un'altra Storia impossibile), dopo una vera odissea rientra febbricitante a Vienna nel settembre 1858, dove muore un mese dopo per la malaria. In 16 anni di viaggi ha percorso 20.000 miglia via terra e 140.000 miglia marine spostandosi sempre in totale autonomia, con pochi soldi e un bagaglio ridotto all'indispensabile, e raggiungendo con tutti i mezzi possibili luoghi selvaggi ed inesplorati di tutto il mondo.